Gianni Cazzola una vita swing

Conosco Gianni da diversi anni, che considero un vero amico oltre al padre della batteria Jazz in Italia

Elegante come Philly Joe Jones, energico come Buddy Rich, Sofisticato come Art Blakey di cui molti lo considerano erede naturale, classe 1938, ha un curriculum di 60 anni di successi

Difficile dire con chi non abbia collaborato, da quando già a 20 anni fu la sezione ritmica del quintetto di Oscar Valdambrini e Gianni Basso

Esperienza che dal 1959 lo consacrò al fianco di enormi talenti americani, come Chet Baker, Dexter Gordon, Mal Waldron, Charlie Mariano, Lee Konitz, Gerry Mulligan, Tommy Flanagan, Phil Woods,Billie Holiday, Sarah Vaughan, Ray Brown, Clark Terry, Helen Merrill, EddieGomez, Sheila Jordan.

Esperienze che tutti in Italia avrebbero voluto fare: ha partecipato a numerosissimi festivals e concerti, suonando in tutto il mondo.

Ha partecipato a numerosissimi festivals e concerti.Sempre attivo con registrazioni discografiche e concerti, Gianni Cazzola è citato nella enciclopedia Treccani “Tra i musicisti di alto livello espressi dal jazz italiano”, un pezzo della storia del jazz. I suoi tamburi hanno sostenuto, suonato e corroborato i più grandi jazzisti che il globo abbia ospitato, ha avuto anche qualche significativa esperienza in ambito pop, suonando per la cantante Mina.

Il suo innato senso della vita, per la vita e, quindi, per la musica, lo ha portato a macinare esperienze non solo squisitamente artistiche. Gianni Cazzola intesse, con piacere di tutti, relazioni con l’universo musicale. L’universo “swing” il quale più che racchiudere la sua esperienza, è da lui racchiuso.

Ma chi è veramente Gianni Cazzola?

Gianni è una persona straordinaria,solare, praticamente  è lo Swing! Improvvisazione,armonia, melodia,ritmo e calore. Sempre disponibile, quest’anno festeggia ben 60 anni di carriera, traguardo che pochissimi possono annoverare nel Jazz

Quando ci incontriamo è sempre un bellissimo momento pieno di emozioni. Seguo Gianni da quando con la SplaSh records pubblicarono i suoi lavori accompagnando uno dei pù grandi pianisti della storia Italiana: Luca Flores. Intimista e nostalgico trasmise il suo mal de vivre in tutti i suoi vinili, creando brani indimenticabili, periodo del quale anche Gianni ne racconta con nostalgia e sentimenti affettuosi

Ma gianni è stato anche un gran viveur come tutti i grandi

Spesso ci siamo trovati a sorseggiare insieme del buon vino e nutro per lui grandissimo affetto e stima. Ciao dimostra che i jazzisti  sanno essere amici e non provare invidia

Ora andate ad ascoltare nei vari concerti in Italia questo grande, grandissimo e generoso artista

di seguito il link ad alcune esibizioni storiche

 

 

 

 

 

Published by

musicagourmet11

Musicista jazz fashion designer viaggiatore gourmet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...